Logo Accademia Gherardeschi

Accademia Internazionale d'Organo
“Giuseppe Gherardeschi”

Piazza Spirito Santo 8, 51100 Pistoia | Telefono: +39 0573 28787 | +39 335 6825318 | Fax: +39 0573 28787 | info@accademiagherardeschi.it

L'Accademia d'Organo "Giuseppe Gherardeschi" di Pistoia ha finanziato un importante intervento di manutenzione ordinaria all'organo Cacioli-Tronci 1745 della chiesa di San Filippo di Pistoia. L'organo, restaurato da Hiroshi Tsuji nell'ormai lontano 1984, aveva bisogno di un intervento di questo tipo, perché in un organo l'accordatura, col passar del tempo. si appanna ed il legno si muove, causando delle disfunzioni che, anche se lievi, rovinano l'armonia generale.

L'organo, così "rinfrescato", verrà presentato dall'organista titolare della chiesa, Kumiko Konishi, accompagnata dal violinista Bernardo Barzagli, con un pubblico vespro d'organo martedì 17 luglio prossimo alle ore 21.
Questa manifestazione si inserisce non solo nelle manifestazioni di "Pistoia Festival" a cura dell'assessorato alla cultura del Comune di Pistoia, ma anche in un corso di interpretazione organistica e di visita agli organi pistoiesi organizzato dal 16 al 22 luglio a Pistoia dall'Accademia Gherardeschi per un gruppo di 20 organisti giapponesi. L'iniziativa è stata giudicata talmente importante, che lo stesso sindaco di Shirakawa, Yoshihiro Imai, sarà presente al concerto finale dei partecipanti al corso in Sant'Ignazio il 22 luglio alle ore 21.

Per l'occasione, l'Accademia d'Organo "Giuseppe Gherardeschi" ha rinnovato il suo consiglio.
Sono entrati a fare parte di esso tre nuovi membri: Guy Bovet già professore d'organo al conservatorio di Losanna, e Ludger Lohmann professore d'organo al conservatorio di Stoccarda, ambedue organisti di fama mondiale, e Masakata Kanazawa professore di musicologia alla International Christian University di Tokyo e presidente della Japan Association of Organists.
Ricordiamo che il presidente dell'Accademia Gherardeschi è Umberto Pineschi, già docente di organo nei conservatori di Pesaro e Bologna, il vice-presidente è Andrea Vannucchi, vincitore di diversi concorsi internazionali di organo e organista titolare della chiesa di Sant'Ignazio a Pistoia, e consiglieri sono Roberto Menichetti vincitore di concorsi internazionali e titolare della cattedra d'organo del Conservatorio di La Spezia, Antonio Galanti, vincitore di concorsi internazionali, già titolare di cattedra d'organo a Benevento e adesso titolare della cattedra di composizione del conservatorio di Alessandria, Wladimir Matesic vincitore di concorsi internazionali e titolare della cattedra d'organo del conservatorio di Trieste, Eliseo Sandretti titolare della cattedra d'organo della scuola diocesana di musica di Lucca, Anna Picchiarini organista titolare della chiesa delle Benedettine di Pistoia, Kumiko Konishi organista titolare, come già detto, di San Filippo e un'altra organista giapponese, residente in Toscana, Mitsuru Azuma.

L'impegno dell'Accademia Gherardeschi è soprattutto un servizio alla città di Pistoia. Esso consiste nella valorizzazione continuativa (e non solo poche volte l'anno) degli organi esistenti in città, soprattutto con il farli ascoltare tutte le domeniche e le feste di precetto durante tutte le Messe (non a caso i membri pistoiesi sono organisti titolari dei principali organi della città), ma poi anche con i cosiddetti vespri d'organo (quest'anno, già il 15°, ne sono stati programmati ben 29) con organisti di ottimo livello, e con la realizzazione di corsi di interpretazione su strumenti pistoiesi adatti (i corsi di Bovet e Lohmann sono divenuti ormai una affermata tradizione), con lo scopo di attrarre organisti nella nostra città mettendo a loro disposizione l'interessante patrimonio di organi antichi e nuovi che essa offre.
L'Accademia Gherardeschi non vuol essere un'agenzia turistica che organizza corsi al di fuori di Pistoia, ma vuol attrarre organisti a Pistoia. L'unico corso fuori Pistoia, infatti, è quello di Shirakawa (Giappone) giunto al suo 28° anno (l'attività culturale italiana più longeva in Giappone), in cui insegnano organo il presidente ed il vice presidente dell'Accademia e musicologia Kanazawa, e che conta, ogni anno, una media di 25-30 partecipanti da tutte le parti del Giappone. Esso però finisce col portare organisti a Pistoia, come dimostrato dai 20 ex-partecipanti di Shirakawa che, come già detto, saranno nella nostra città il prossimo luglio, ma anche dalle tante visite di organisti giapponesi da che il corso di Shirakawa è iniziato.

La sede dell'Accademia d'Organo "Giuseppe Gherardeschi" è nell'edificio attiguo alla chiesa di Sant'Ignazio di Loyola, piazza dello Spirito Santo, Pistoia. In questo complesso vi sono ben cinque organi. Due di essi, uno dei quali è il celebre Hermans del 1664, simbolo dell'Accademia, sono situati nella chiesa e possono essere suonati assieme e altri tre stanno in tre sale della canonica, a disposizione per le lezioni e per lo studio individuale dei partecipanti. Vi è anche un clavicembalo, indispensabile anch'esso per le lezioni.

L'Accademia Gherardeschi ha anche un suo sito web, nel quale pubblica partiture per organo e articoli. In questo modo, essa raggiunge non le poche centinaia di lettori che una rivista stampata può raggiungere, ma migliaia di persone interessate, come dimostrato dai numeri: dal gennaio scorso, perciò in neppure sei mesi, il sito ha avuto ben 5800 visitatori con  più di 14000 pagine visitate.

notizia inserita il 12 Giugno 2012